A volte il modo migliore per giudicare quanto un’esperienza sia stata gradita è guardare come è finita. Alla fine del musical CAMPUS, a cui ho partecipato insieme a molti altri studenti, sono rimasta estremamente sorpresa dal fatto di non essere l’unica ad avere le lacrime agli occhi. Questa concentrazione di eventi, durata soltanto quattro giorni, é andata di pari passo con una concentrazione di emozioni. Il musical ha fatto parte dell’iniziativa “Forti Senza Violenza” del Gen Rosso ed è stato emozionante e pieno di energia, anche perché noi studenti abbiamo avuto la possibilità di contribuire in diversi modi, grazie ai vari workshop che si sono tenuti negli ambienti della scuola. Una volta effettuata la scelta fra workshop di danza, canto corale, teatro e percussioni, abbiamo avuto due mattinate e un pomeriggio di prove intense, durante le quali, divisi in gruppi, abbiamo imparato la nostra parte, fra risate, errori e nuove amicizie, seguiti passo per passo da artisti professionisti provenienti da ogni parte del mondo. Altri, invece, hanno aderito al workshop delle “comunicazioni” e hanno documentato quest’esperienza stupenda, che ci ha permesso di stare su un palco, facendo parte del cast di un musical, e di trasmettere un messaggio importante di fraternità e contro il terrorismo. Solo pochi dei 2200 giovani complessivamente coinvolti si sono trovati in workshop non specificamente scelti, per questioni legate ai grandi numeri dell’evento, ma si sono detti comunque contentissimi di questa occasione unica, che ha dato a così tanti ragazzi di scuole diverse la possibilità di incontrarsi e formare nuovi legami. Infatti il gruppo di canto corale ancora si scrive su WhatsApp, ma sono sicura che non sia l’unico. Alla base del musical CAMPUS vi è una trama che vede un intreccio di personaggi all’interno di un campus universitario, alle prese con povertà, traffici di droga e di armi e terrorismo, trovandosi faccia a faccia con la violenza. I protagonisti sono stati interpretati dagli artisti del Gen Rosso, affiancati dagli allievi delle scuole che hanno aderito al progetto. Studenti e artisti si sono salutati alla fine dell’ultimo spettacolo, con abbracci e anche qualche lacrima, sulle note dell’ultima canzone che ancora risuonavano nelle orecchie.

Silvia Nossa IV Classico

 

Ecco il video da “L’Eco di Bergamo”.

Foto: da pagina Facebook GEN ROSSO forti senza violenza Treviglio – Campus the musical

Shares
Share This